FaceBookYoutubeVimeoTwitter

lingua

MARY AND MAX

(Id., Australia 2009, 92’) di Adam Elliot, con Toni Collette, Philip Seymour Hoffman, Eric Bana, Barry Humphries, Bethany Whitmore. 

Australia, 1976. Mary Dinkle è una bambina di otto anni senza amici e con tanta immaginazione. Suo padre, quando non è a lavoro, preferisce trascorrere il tempo nel capanno degli attrezzi a bere whiskey e a impagliare uccelli, mentre sua madre, donna instabile e cleptomane, ha una passione sfrenata per il cricket e lo sherry. Un giorno Mary decide di scrivere una lettera a uno sconosciuto trovato per caso nell’elenco telefonico di New York. Gli parla dei suoi cibi preferiti, il latte condensato zuccherato e la cioccolata, gli chiede se in America i bambini nascono dai boccali di birra o dalle lattine di Coca-Cola, e spera che possano diventare amici. Il destinatario è Max Horowitz, un quarantaquattrenne obeso affetto da sindrome di Asperger, che si sente a disagio a stare con le altre persone. Tra i due si instaura un legame straordinario, che supererà le distanze geografiche e gli alti e i bassi della vita.