FaceBookYoutubeVimeo

lingua

I FINALISTI DI ASFF 2014

Cari partecipanti,

anche quest'anno abbiamo ricevuto moltissimi lavori. Quasi il doppio rispetto al 2013. Non possiamo che ringraziarvi per l'interesse e l'attenzione che avete manifestato per questo piccolo festival. Dopo una lunga selezione, che ha comportato notti insonni e infinite discussioni, possiamo finalmente annunciare i finalisti della seconda edizione. Non è stata una scelta facile. Troppi i corti meritevoli, sempre troppo poco lo spazio a disposizione. Purtroppo, trattandosi di un concorso, la selezione è inevitabile. Questo non significa che i corti non selezionati siano meno validi degli altri. Abbiamo dovuto rinunciare ai lavori sperimentali e non narrativi perché, per quanto significativi, poco si adattano alla linea del festival e, pure amando il cinema di genere, abbiamo preferito evitare i corti più estremi. Ci siamo impegnati a guardare i vostri corti con la massima serietà, preferendo opere capaci di offrire uno sguardo interessante e originale sulla realtà di tutti i giorni, un punto di vista personale sul momento storico che stiamo vivendo. Il 15 e 16 Novembre ci sarà spazio per opere drammatiche, commedie, documentari, musical e animazione e si parlerà di pregiudizio, immigrazione, integrazione sociale, crisi, precarietà, inquinamento, salute, diritto al lavoro... Grazie a tutti, ci vediamo al MAXXI!

 


 

L'ATTIMO DI VENTO (It. 2014, 7’) di Nicola Sorcinelli. Un'epica storia d'amore in musical durante il secondo conflitto mondiale.

BLUSH (It. 2013, 6') di Simone Barbetti.  Il pregiudizio è negli occhi di chi guarda, quando il make-up ha uno scopo terapeutico.

BUONGIORNO, SIG. BELLAVISTA (It. 2012, 20’) di Alessandro Marinaro. Enzo Bellavista è un signore non vedente di 77 anni, che vive con la moglie Agata in un paesino della Sicilia. Un giorno si ritrova una macchina fotografica fra le mani e fa una scoperta.

CHI FA OTELLO? (It. 2014, 4’) di David Fratini. Una compagnia teatrale sta preparando l’allestimento dell’Otello shakespeariano ma nessuno intende interpretare il moro.

CRATTA (It. 2014, 20’) di Fausto Romano. In un piccolo paese, una chiesa e un bar, si contendono le sorti degli abitanti divisi tra Dio e la Fortuna, mentre il giovane Paolino cerca disperatamente delle offerte per realizzare la festa patronale dedicata alla Madonna

DAILY LYDIA (It. 2014, 10’ 45’’) di Raffaella Bonora e Marco Zuin. Ogni giorno Lydia si sveglia, raccoglie la legna, accende il fuoco, cucina l’ugali e va a prendere l’acqua per Emmakulatha, Marko, Elyia e Joseph, i suoi figli.

FATE COME A CASA VOSTRA (It. 2013, 16') di Henry Fanfan Latulyp. Ousman è un operaio malese immigrato a Bologna. Lavorando di notte, è abituato a dormire di giorno. Ma non ha fatto i conti con i due cugini appena arrivati dall'Africa.

FUKUSHIMA NO DAIMYO (It. 2013, 19’ 55’’) di Alessandro Tesei. Masami Yoshizawa, l’allevatore che si è rifiutato di andarsene dalla zona di esclusione creata dopo l’incidente alla centrale nucleare di Fukushima, si racconta in un’intervista esclusiva, alternata alle immagini angoscianti delle città fantasma evacuate.

IN CERCA DI UN AMICO (It. 2013, 19’) di Karma Gava e Alvise Morato. Nella città di Tokyo esistono numerose agenzie dove i dipendenti, dietro debito pagamento, si offrono per svolgere il ruolo richiesto a seconda delle circostanze: amico per andare al cinema, cugino per movimentare un compleanno, coniuge fittizio per affrontare meglio il ricevimento coi professori.

LACRISI (It. 2013, 15') di Marco Bartolomucci.Quando la crisi viene portata all’estremo e il quotidiano assume le forme di un mondo grottesco in decadenza. L’ironia è l’unica salvezza.

MARGERITA (It. 2013, 15’) di Alessandro Grande. Efrem, giovane rom e abile borseggiatore, affronta il suo primo furto in appartamento.

MIMÌ E LE ALTRE (It. 2013, 17') di Francesco D'Ignazio. E' una giornata davvero storta per Mimì: la figlia non torna a casa, la madre lo assilla, la moglie che non c'è e Teresa che non ne vuole più sapere di lui.

OFFICE KINGDOM (Italia 2014, 6’ 54’’) di Salvatore Centoducati, Eleonora Bertolucci, Giulio De Toma e Ruben Pirito. In un tranquillo ufficio un cliente sta aspettando che la sua pratica venga approvata, ma per l’impiegato non sarà semplice trovare il timbro giusto.

PICCOLE SCELTE (It. 2013, 16') di Nicola Roda e Antonio Laforgia. Alessia è una ragazza di 28 anni, lavora in un maneggio di cavalli e vive in una roulotte.

PIUME (It. 2014, 16’) di Adriano Giotti. Samuele per lavoro uccide polli. Ha poco più di trent’anni, è l’unico italiano che lavora in quel settore della grande azienda alimentare, tutti i giorni, otto ore al giorno. E odia gli extracomunitari.

PRE CARITÀ (It. 2012, 12') di Flavio Costa. Chi l’avrebbe mai detto che nella vita per essere tra i primi bisogna travestirsi da ultimi? 

RECUIEM (It. 2013, 20') di Valentina Carnelutti. Quando Leo e la sua sorellina Annetta si svegliano al mattino la loro mamma Emma è ancora nel suo letto. Leo e Annetta trascorrono da soli l’intera giornata. Fanno colazione, giocano, aspettano.

SEXY SHOPPING (It. 2014, 20’) di Adam Selo e Antonio Benedetto. Miah, immigrato bengalese, decide di raccontare alla propria moglie la dura vita che conduce in Italia… Attraverso una camera nascosta inizia a filmare le sue giornate.  

TERRAMUTA (It. 2013, 3’ 32’’) di Vincenzo Di Francesco. Strade e piazze deserte, case spopolate, abbandonate. Una città di meraviglie, che si fondono in scorci surreali, privati però della loro più grande bellezza: gli abitanti.

THRILLER (It. 2014, 14') di Giuseppe Marco Albano. Sullo sfondo di una Taranto provata dall'inquinamento e dall'incertezza per il futuro, Michele, 14 anni, va in giro leggero a passo di musica, ballando come il suo idolo, Michael Jackson.

L’UOMO DEL FIUME (It. 2013, 14’) di Barbara Maffeo. Una spigola di 78 centimetri, Naomi Campbell, un lucchetto tagliato. Nella vita di un uomo le forme di riscatto possono avere aspetti singolari. Questa è la storia di Sandro e della casa occupata in cui vive. 

 

 
AS FILM FESTIVAL 
è un progetto ideato e curato da 


ass. cult. not equal

con la collaborazione di

 

con il patrocinio e il sostegno di





 
main media partner


media partner





con il supporto di

con la partecipazione di

 
FICC
Federazione Italiana 
Circoli del Cinema

       
gruppo asperger lazio onlus 
 

  i fantastici 15 giornale atipico
 

p
artner tecnici