FaceBookYoutubeVimeoTwitter

lingua

VENERDI 16 NOVEMBRE


POINTS OF VIEW

16.30 cortometraggi internazionali

Roof Knocking (Estonia 2017, 12'14'') Sina Salimi.

Gaza, una madre riceve una telefonata in cui le comunicano che ha dieci minuti per lasciare la casa.

Salam (Stati Uniti 2018, 13'36'') Claire Fowler.

New York, un’autista aspetta di sapere se i suoi familiari, che vivono in Siria, siano ancora vivi dopo l’ennesimo bombardamento.

The Dam (Regno Unito 2018, 5'42'') Frode Gjerløw.

Due fratelli mettono da parte le loro differenze dopo aver viaggiato con la propria immaginazione.

El escarabajo al final de la calle (Spagna 2017, 19') Joan Vives Lozano.

La pescivendola ha una premonizione: ad Amedeo restano solo sette giorni prima di morire.

Mientras estés conmigo (Messico 2018, 13'24'') Paola Contreras Arreaga.

Due ragazzi partecipano a un contest per vincere un viaggio in Nuova Zelanda.

Dispersion (Svizzera 2018, 8'26'') Basile Vuillemin.

Un uomo si affida a un'agenzia di pompe funebri automatizzata per il funerale di sua madre.

 

17.45 42HRS contest

Lancio del contest. Le 12 troupe riceveranno le indicazioni per realizzare il loro cortometraggio.

 

ANIMATION NOW!

18.15 cinema d'animazione

Vertigo (Lettonia 2018, 3’25’’ ) Liana Mihailova.

Tutti si divertono a nuotare e a tuffarsi da una scogliera, tranne uno.

Bruma (Portogallo 2018, 6’) Sofia Cachim, Gabriel Peixoto, Mónica Correia, Daniela Santos.

Un’adolescente curiosa vive con il padre su un’isola circondata da nuvole.

Sweet sweat (Estonia 2018, 6’13’’) Jung Hyun Kim.

Un bambino sorprende i genitori in intimità.

Ratio between two volumes (Portogallo 2018, 8’08’’) Catarina Sobral.

Mr. Full si gode la vita; Mr. Empty, nonostante gli sforzi, non trova appagamento in nulla.

Daisy (Taiwan 2018, 9’42’’) Yu Yu.

Durante un bombardamento un robot si prende cura della piccola Daisy.

Homesick (Israele 2018, 7’15’’) Hila Einy, Yoav Aluf, Noy Bar.

Una donna in crisi è costretta a tornare dai suoi genitori.

Rapin* (Svezia 2017 3’39’’) Gustaf Holtenäs.

La musica e le parole della cantante svedese Jenny Wilson messe in immagini per raccontare una violenza e le sue conseguenze.

My Dad is a Dog (Norvegia 2018, 7’28’’) A. Dalen, K. Hjemli, C. Munksgaard-Palmqvist, K.C. Damskau.

Un padre inizia inspiegabilmente a comportarsi come un cane.

Abeo (Canada 2018, 7’01’’) Brenda Lopez.

Due immigrati intraprendono un viaggio attraverso il deserto dell’Arizona.

Facing it (Regno Unito 2018, 7’32’’) Sam Gainsborough.

Nell'attesa di un incontro importante, un uomo inizia a ripercorrere i propri ricordi e le proprie relazioni.

Soul for Sale (Israele 2018, 10’34’’) A. Belenkiy. S. Salimi, R. Granot.

Stanca dalla presenza costante della madre, Yull decide di scappare di casa.

Lost control (Taiwan 2017, 5’54’’) Chia Tse-Chang.

Insoddisfatto dalla disposizione degli oggetti di casa, un uomo inizia a sistemarli ein maniera ossessiva.

Nowhere (USA 2018, 4’09'') HyeonJeong Cho.

John sta cercando di integrarsi e partecipa a una serata, ma nessuno gli presta attenzione.

My Little Goat (Giappone 2018, 10’13’’) Tomoki Misato.

Mamma capra salva i suoi piccoli dalla pancia del lupo, ma non riesce a trovare Toruku, il figlio maggiore. Dove sarà?

Cocoon, Cocoon (Israele 2018, 6’47’’) I. Margulies, O. Goldberg.

Non tutti i bruchi aspirano a diventare farfalla.

 

20.00 incontro con

SABRINA PARAVICINI e NINO MONTELEONE

Sabrina Paravicini esordisce come attrice nel 1993 con film Stefano Quantestorie, diretto da Maurizio Nichetti. Diventa popolare grazie al ruolo di Jessica, nella serie televisiva Un medico in famiglia. Oltre al lavoro di attrice, svolge quello di scrittrice, sceneggiatrice e regista. Nel 2004 del film Comunque mia, di cui è stata anche interprete e produttrice. Nino Monteleone è suo figlio.

 

RAGIONEVOLMENTE DIFFERENTI (evento speciale)

20.20 il cinema per raccontare la neurodiversità

Be kind (Italia 2018, 83') Sabrina Paravicini, Nino Monteleone.

«Essere diversi è come un elefante con la proboscide corta: una rarità» dice Nino, un bambino a cui è stato diagnosticato un autismo infantile severo, ma non grave. Dopo aver smesso di parlare e di guardare sua madre negli occhi, il suo isolamento interiore minacciava ogni giorno di più l’interazione con gli altri, con il mondo. Oggi, Nino è il protagonista di un film che riguarda non solo coloro con cui condivide la sua particolarità, ma tutti quelli che, in un modo o nell’altro, sono diversi. Diversi perché emarginati, diversi perché parte di una minoranza, diversi per il loro orientamento sessuale, diversi perché di un’altra etnia, religione, cultura rispetto a quella del Paese in cui vivono.

 

SABATO 17 NOVEMBRE


 

POINTS OF VIEW

15.00 cortometraggi internazionali

Valt een man uit de lucht (Paesi Bassi 2017, 8'45'') Kurt Platvoet, Jan Verdijk.

Una coppia si sta godendo il tè pomeridiano quando un uomo cade dal cielo nel loro giardino.

Fifo (Belgio 2017, 12') Sacha Ferbus, Jeremy Puffet.

Nei supermercati i prodotti scaduti devono essere distrutti.

Heroes (Spagna 2018, 8') Pablo Manchado Cascón, Santiago Cardelús Ruiz-Alberd.

Una donna viene aggredita da un uomo. Un ragazzo deve decidere se intervenire.

Mazeppa (Francia 2018, 15') Jonathan Lago Lago.

Un giovane pianista deve esibirsi, ma è terrorizzato.

Athens (Iran 2017, 15') Hossein Shaeri.

Una ragazza ha una relazione con uomo e ha solo pochi giorni per decidere se partire con lui o rimanere in Iran con sua madre.

PUNTI DI VISTA

16.00 sezione cinema italiano

Maramandra ( Italia 2017, 13'37'') Lele Nucera.

Rocco è un ragazzino di etnia Rom, costretto a crescere troppo in fretta.

Salveger (Germania 2018, 14'17'') Angelica Germanà Bozza.

Ahmet, un padre vedovo e sua figlia Rozerîn, iniziano una nuova vita in Germania dopo aver lasciato la Turchia.

Così in terra (Italia 2018, 13') Pier Lorenzo Pisano.

Il paese era piccolo e ora, a causa del terremoto, è ancora più piccolo.

Il nido (Italia 2018, 14'56'') Christian Filippi.

Fabio è un introverso insegnante elementare, Naima, una badante di origine Eritrea.

 

 RAGIONEVOLMENTE DIFFERENTI 

17.00 il cinema per raccontare la neurodiversità

In viaggio con Adele (Italia 2018, 85') Alessandro Capitani.

Adele è una ragazza neurodiversa. Libera da freni e inibizioni, indossa un costume rosa da coniglio, non si separa mai da un gatto immaginario e scrive tutto quello che le passa per la testa su post-it. Cinico e ipocondriaco, Aldo è un attore di teatro alla vigilia della sua ultima grande opportunità nel mondo del cinema. L' improvvisa morte della mamma di Adele sconvolge i piani di Aldo che scopre solo ora di essere il papà della ragazza. Con il compito di dirle la verità e l’intento di liberarsene, Aldo parte con Adele risalendo dalla Puglia su una vecchia cabrio per affrontare un viaggio dalla meta incerta.

 

18.30 incontro con

ALESSANDRO CAPITANI e IL CAST DEL FILM

Nel 2013 vince ai Nastri d'argento con il cortometraggio La legge di Jennifer e riceve una borsa di studio presso gli Studios Universal di Hollywood. Nel 2016, con Bellissima, conquista il David di Donatello per il miglior cortometraggio. In viaggio con Adele è il suo primo lungometraggio.

 

PUNTI DI VISTA

19.00 sezione cinema italiano

Sweetheart(Italia 2017, 8'40'') Marco Spagnoli.

Cosa ci fanno Elvis e Marilyn su un ponte sul Tevere?

Magic Alps (Italia 2018, 14'15'') Andrea Brusi, Marco Scotuzzi.

In un centro profughi italiano arriva un rifugiato afgano con una capra.

La gita (Italia 2018, 14'35'') Salvatore Allocca.

Megalie, figlia di genitori immigrati dal Senegal vede negata l'opportunità di partecipare a una gita scolastica all'estero.

Bismillah (Italia 2018, 14'07'') Alessandro Grande.

Samira ha 10 anni e vive illegalmente in Italia con suo padre e suo fratello.

 

20.00 incontro con

IL TERZO SEGRETO DI SATIRA

Il Terzo Segreto di Satira è nato nel febbraio 2011, formato da cinque artisti (Pietro Belfiore, Davide Bonacina, Andrea Fadenti, Andrea Mazzarella, Davide Rossi), tutti allievi della Civica Scuola di Cinema di Milano. Nel maggio 2011 realizzano il video "Il favoloso mondo di Pisapie", realizzato in occasione del ballottaggio delle elezioni comunali di Milano prendendo spunto da alcune frasi pronunciate dagli esponenti del centrodestra contro il candidato del centrosinistra Giuliano Pisapia. Il video ottenne un successo inaspettato, sia da parte del pubblico che dei mass media, permettendo al gruppo di farsi conoscere e di iniziare a collaborare con alcuni programmi televisivi. Nel 2017 realizzano il loro primo film, Si muore tutti democristiani, di cui sono i registi e anche co-autori della sceneggiatura insieme a Ugo Chiti.

20.30 Si muore tutti democristiani (Italia 2017, 89') Il Terzo Segreto di Satira, con Marco Ripoldi, Massimiliano Loizzi, Walter Leonardi, Renato Avallone, Valentina Lodovini, Paolo Rossi. Stefano, Fabrizio ed Enrico sono amici da sempre. Gestiscono una piccola casa di produzione e per campare realizzano video per matrimoni, spot e video aziendali, anche se il loro sogno è quello di realizzare documentari a tema sociale. Una proposta di lavoro che potrebbe cambiare la loro vita li costringerà a mettere in discussione la loro amicizia ed i loro ideali.

 

DOMENICA 18 NOVEMBRE


RAGIONEVOLMENTE DIFFERENTI

11.30 il cinema per raccontare la neurodiversità

Yelkenkaya (Turchia 2018, 10’52’) Soner Ihsan Kaya.

Yigitcan ha 26 anni, è autistico e vive in un faro.

Johann (Germania 2017, 9’23’’) Franka Braun.

Chi può dire di sapere cosa pensa davvero un bambino come Johann?

Bir vapur masali (Turchia 2018, 10’14’’) Mehmet Tığlı.

Un padre e i suoi due figli autistici in gita sul traghetto.

Ferraille (Marocco 2017, 17'14'') Karima Guennouni.

Sarah lavora in un garage per realizzare il sogno del fratello autistico.

 

RAGIONEVOLMENTE DIFFERENTI (Evento speciale, anteprima italiana)

Peixos d aigua dolça [en aigua salada] (Spagna 2018, 56’) Biel Mauri, Marc Serena.
"Sono pesci d'acqua dolce in acqua salata". Così definisce le persone nello spettro autistico Isabel Paula, direttore del programma post-laurea "Autismo: diagnosi e interventi" presso l'Università di Barcellona. Il documentario, prodotto dalla Federació Catalana d'Autisme che coinvolge oltre 14 associazioni spagnole, racconta l'autismo, partendo dalle storie personali di Mariona, 23 anni, Marc, 10 anni e delle loro famiglie.

Biel Mauri, dopo la scuola di cinema catalana, consegue un master in Documentario, completa i suoi studi all'EICTV di Cuba. e inizia a lavorare come consulente per diverse reti televisive e produzioni. E' operatore di camera, direttore di numerosi programmi televisivi.

Marc Serena, giornalista, è co-autore del documentario "Tchindas" trasmesso da PBS (USA) e nominato dall'AMAA Africano Film Academy. Lavora per Art ed è docente all'UOC. È autore di tre libri, l'ultimo "Microcatalunya", ha ricevuto il Premio Carles Rahola.

 

15.00 42HRS contest

Proiezione dei cortometraggi realizzati per il contest 42HRS. Al termine delle proiezioni il pubblico in sala potrà votare il cortometraggio preferito. Una giuria di esperti si riunirà per decretare il vincitore.

 

ANIMATION NOW!

16.30 cinema d'animazione

Black (Italia 2018, 14'32'') Sara Taigher.

A Roma, durante un lungo black out, Matteo incontra Greta, la sua vicina di casa.

Il bacio(Italia 2017, 3'42") Adriano Candiago.

Un teatrino di marionette, un principe e una principessa e la fine della fiaba.

Sugarlove (Italia 2018, 10'15'') Laura Luchetti.

Gemma e Marcello stanno per sposarsi e sono travolti dalle emozioni, da paure e aspettative. 

 

PUNTI DI VISTA

17.00 sezione cinema italiano

Mulini a vento (Italia 2017, 17'10'') Simone Spampinato.

È possibile abbandonare un passato criminale e iniziare a condurre una nuova vita?

Il leone del Tevere (Italia 2018, 13'46'') Giuliano Cipollone.

Mario Sartini, campione di canottaggio, si allena quotidianamente nonostante i suoi 86 anni.

Piove (Italia 2018, 7'28'') Ciro D’Emilio.

Quattro ragazze africane e una radiosa giornata di pioggia.

Je ne veux pas mourir(Italia 2018, 7'09'') Massimo Loi, Gianluca Magnasciutti.

La tragedia dei nostri tempi vista da chi dovrà imparare a vivere il domani.

Farta (Germania 2018, 10') Silvia Cannarozzi.

Theresa ha documentato tutta l'infanzia di sua figlia Marta sui social media senza mai chiedere il suo consenso.

 

18.00 incontro con

STEFANO RULLI

Critico cinematografico per Ombre Rosse, Quaderni Piacentini, Cinemasessanta e Scena, autore nel 1975 con Marco Bellocchio, Silvano Agosti e Sandro Petraglia del documentario Matti da slegare, quindi sceneggiatore per film come Nel più alto dei cieli di Agosti e Il gabbiano di Bellocchio. Con Sandro Petraglia realizza una trilogia sulle borgate romane: Il pane e le mele (1980), Settecamini da Roma (1981) e Lunario d'inverno (1982). Nel 1997 riceve il Premio Flaiano per la sceneggiatura per il lavoro svolto insieme a Petraglia. Sue le sceneggiature di serie televisive di successo (La piovra) e di numerosi film (tra le altre, Il portaborse, La meglio gioventù, Romanzo criminale, Mio fratello è figlio unico, sono quelle per cui vince il David di Donatello).

 

RAGIONEVOLMENTE DIFFERENTI (Evento speciale in collaborazione con PerSo Perugia Social Film Festival)

18.30 Un silenzio particolare  (Italia 2004, 74’) Stefano Rulli.
La storia di Matteo, dei suoi genitori Clara e Stefano, e della Fondazione La citta' del Sole, un agriturismo dove ognuno trova la sua collocazione, dove tutti hanno il diritto di sostare e convivere. Dalle immagini di Matteo piccolo fino all'inaugurazione del progetto dei suoi genitori, il racconto di una difficile esperienza di vita, di bilanci, soddisfazioni e sofferenze.

 

19.45  PREMIAZIONE

proclamazione dei vincitori di AS Film Festival 2018 e della prima edizione del contest 42HRS.

 

RAGIONEVOLMENTE DIFFERENTI (film di chiusura in collaborazione con Umbria Film Festival)

20.30 il cinema per raccontare la neurodiversità

The drummer and the keeper (Irlanda 2017, 94') Nick Kelly.
Con lo scopo di frenare il suo comportamento imprevedibile, Gabriel, batterista con un disturbo bipolare, è costretto dal suo terapista a prendere parte agli allenamenti di una squadra di calcio per persone disabili. Qui incontra Christopher, un portiere con la sindrome di Asperger. I due, solitari e poco inclini a socializzare, dovranno imparare a relazionarsi tra loro.

Nick Kelly è un regista e musicista. Oltre a dirigere diversi cortometraggi pluripremiati, ha pubblicato quattro album da solista, guadagnandosi la reputazione di uno dei più innovativi artisti musicali indipendenti dell’Irlanda. The Drummer and The Keeper è il suo primo lungometraggio.