FaceBookYoutubeVimeoTwitter

lingua

LETTERA AI PARTECIPANTI

 

Cari partecipanti,

i giochi sono fatti e finalmente abbiamo i finalisti della prima edizione di ASFFSiete stati in tanti ad iscrivervi e di questo siamo onorati. Purtoppo ASFF è un concorso e quindi la selezione è inevitabile. Come accade in tutti i festival, pochi faranno i salti di gioia, più di qualcuno rimarrà deluso.
 
E a proposito di salti di gioia: è accaduto per caso, nessuno di noi l'aveva preventivato, ma il progetto del primo festival Asperger è piaciuto tanto alla fondazione MAXXI. Cosa significa? Significa che proiezioni e premiazioni si svolgeranno nel prestigioso auditorium del MAXXI - Museo Nazionale delle arti del XXI secolo Purtoppo, per l'evento finale, abbiamo a disposizione una sola giornata (domenica 16 giugno dalle 11.00 alle 19.00ecco perchè, con grandissimo rammarico, abbiamo potuto selezionare un numero limitato di opere.
 
E invece sono davvero tanti i lavori che ci sono piaciuti e che avremmo voluto proiettare. Convinti del fatto che l'unico vero riconoscimento per chi fa cinema sia la visibilità, in particolare in un paese come l'Italia che investe sempre meno in cultura (per non parlare delle politiche sociali), abbiamo deciso di lavorare in questo senso e garantire la dovuta visibilità a tutti quei lavori meritevoli che per un motivo o per un altro non sono stati selezionati. L'idea è di portare una selezione assai più ampia dei vostri lavori in quella che, dallo scorso anno è a detta di critica e pubblico, la vetrina più interessante e soprattutto indipendente dell'estate romana: il Pigneto Spazio Aperto. Un appuntamento gratuito, interamente autofinanziato, che nell'edizione 2012 ha visto la partecipazione di oltre 80.000 persone. Il nostro obiettivo è quello di organizzare circa 6 serate di proiezioni all'aperto nel periodo tra giugno e luglio. Trattandosi di un'iniziativa autoprodotta che prescinde da finanziamenti istituzionali (chi è di roma sa che quest'anno l'estate romana non ha fondi) siamo piuttosto sicuri che la cosa si farà. Tuttavia siamo a Roma e qui, tra burocrazia e casini istituzionali, non si può mai sapere. A breve vi daremo conferma, nella speranza che il nostro sforzo vi sia gradito.
 
ah, quasi dimenticavamo: alle previste due sezioni competitive, Punti di Vista eRelativamente Differenti si aggiunge un terzo premio (Il cinema come rappresentazione del sociale) fortemente voluto dalla rivista CONFRONTI e dedicato al giornalista e nostro caro amico Umberto Brancia, recentemente scomparso. 
Per ora è tutto. 
 
A tutti voi grazie di cuore.
 
lo staff di ASFF