FaceBookYoutubeVimeoTwitter

lingua

As Film Festival 2019 programma VII edizione

 

Venerdì 15 Novembre


AS FILM FESTIVAL SCHOOL - GIURIA SCUOLE MEDIE
11.00 - cortometraggi finalisti - proiezioni riservate alle scuole
Paper boat (Italia 2019, 7’17’’) Luca Esposito. Un professore di scuola media cerca di sensibilizzare i suoi studenti sull'immigrazione, la risposta dei bambini fa pensare.
Riccardo che rimbalzò sulle stelle (Italia 2019, 12’20’’) Lana Vlady. Per colpa di Riccardo, il pulcino di Lisa che ha deciso di fare un volo dal quarto piano, Marianna dovrà spiegare a sua figlia di soli sette anni che al mondo esiste una cosa chiamata “morte”.
Nooh (Italia 2019, 11’47’’) Edoardo Bramucci. Nooh è un bambino africano arrivato clandestinamente in Italia. Orfano di madre e padre, si ritrova in un centro di accoglienza da cui fugge con il suo supereroe immaginario. I due trovano riparo in una torre abbandonata. A sconvolgere la loro quotidianità arriva una bambina.
Nessun dorma (Italia 2018, 20’) Paolo Strippoli. Il paese è muto, solo i respiri e qualche cane che abbaia resistono al silenzio. Uomini, donne, bambini sono caduti in un sonno improvviso. 
Il nostro tempo (Italia 2019,16’) Veronica Spedicati. Una bambina di nove anni vuole godersi gli ultimi giorni d’estate in spiaggia a giocare con i suoi amici ma suo padre non è d'accordo.
Apollo 18 (It. 2019, 8’) Marco Renda. Un bambino è sulla spiaggia fantasticando di andare sulla luna. Incontra un uomo che è sopravvissuto a un viaggio lungo e difficile.
Il ragazzo che smise di respirare (Italia 2019, 12’43’’) Daniele Lince. Max ha 11 anni, è ossessionato dall'inquinamento atmosferico e decide di smettere di respirare o almeno, vuole farlo il meno possibile, per vivere più a lungo. 
The kid (Canada 2019, 18') Vinicius Saramago. Un uomo anziano, costretto a chiudere il suo negozio di video noleggio, incontra per caso un bambino e gli farà scoprire la passione per i film attraverso i classici del cinema muto.

POINTS OF VIEW
15.00 - cortometraggi internazionali
Minefield (Brasile 2019, 15’) Jessica Teleze. In una piccola città nell'entroterra brasiliano, un giovane calciatore promettente viene selezionato da una squadra europea ma teme che i suoi compagni scoprano la sua relazione con un altro uomo.
There’s gotta be something better (Messico 2019, 18’24’’) Sergio Díaz. Elisa e Julia trascorrono la giornata chiuse in casa. Romina, una ragazza sconosciuta mostrerà loro che, dopo tutto, le cose possono sempre migliorare.
Fusilao (Venezuela 2018, 9’23’’) Maria Laura Reina. Mentre gioca con i suoi compagni, il piccolo Henrique ha un incidente inaspettato che lo lascia privo di sensi. Sua madre lo porta al pronto soccorso, ma dovr’ scontrarsi con il sistema sanitario.

RAGIONEVOLMENTE DIFFERENTI
15.45 - cinema e neurodiversità
Jamie’s Paper Train (Canada 2018, 07’30’’) Brandon Lloyd, Joel Shemrock. Cercando conforto da un mondo di sovrastimolazioni, Jamie trova la fuga attraverso la sua passione per i treni di carta.
My Daughter Yoshiko (Francia 2018, 15’) Brian Blum. Da quando a sua figlia è stato diagnosticato l’autismo e suo marito è stato reclutato per il servizio militare, per Saki è sempre più difficile andare avanti. Cercando di non pesare sugli altri e troppo orgogliosa per chiedere aiuto, cerca di dare a sua figlia una vita che sia la migliore possibile.
Jellyfish (Francia 2019, 14’59’’) Manon Gaurin. Due fratelli, il più grande dei quali è autistico, vivono insieme e fanno tutto insieme, fino al giorno in cui nel fratello minore sorgerà il bisogno di emancipazione. Ma chi dei due ha più bisogno dell’altro?

42HRS CONTEST
16.35 - la consegna delle buste
Per il secondo anno consecutivo torna il contest rivolto a troupe di filmmaker. Il regolamento del contest prevede la partecipazione di team composti da un minimo di tre elementi. Le troupe ammesse alla fase finale avranno 42 ore di tempo per realizzare un’opera audiovisiva originale. Venerdì 15 Novembre saranno sorteggiate e consegnate alle troupe finaliste le buste contenenti alcuni elementi obbligatori da inserire nel cortometraggio. Le opere complete dovranno essere consegnate tassativamente entro la mattina di Domenica 17 Novembre. Quest'anno il concorso ha un tema misterioso: IL MIO BORIS.

POINTS OF VIEW
17.15 - cortometraggi internazionali
Skin (USA 2018, 20’) Guy Nattiv. Un piccolo supermercato in una città di operai. Un uomo nero sorride a un bambino bianco di 10 anni.
Arthur Rambo (Francia 2018, 18’) Guillaume Levil. Alain è un bambino nato nei bassifondi francesi. Per guadagnare qualche soldo, recita le poesie di Arthur Rimbaud agli automobilisti fermi al semaforo. 
A Brand New Tv (Serbia 2019, 14’52’’) Nina Ognjanovic. Il giorno in cui il padre di Danica acquista una nuova televisione, il suo mondo cade a pezzi.

RAGIONEVOLMENTE DIFFERENTI
18.10 - cinema e neurodiversità
The Thunderbird (Usa 2019,13’03’’) Levi Harris, Cole Squires. Anderson cerca qualcosa che lo aiuti a superare tutte le sue paure. Insieme a un vecchio amico trova un uomo saggio, incontra i pirati e fa amicizia con i bambini sperduti.
Duke (USA 2018,16’30’’) Thiago Dadalt. Duke, 17 anni, autistico non verbale, deve trovare la forza di comunicare con la propria famiglia.
Aquarium (Tunisia 2017, 16’39’’) Youssef Sanheji. Sarra, una ragazza autistica, si trova rinchiusa in casa da sua madre Hend, che non accetta la sua condizione.

POINTS OF VIEW
19.00 - cortometraggi internazionali
I Don’t Think It Is Going To Rain (Cina 2019, 11’) Adrià Guxens. È passato tanto tempo da quando Ling Xiuzhen non fa visita alla nonna. La donna si è trasferita da poco a Shanghai dove ha una vita piuttosto monotona.
Breathing (Iran 2018, 12’) Farshid Ayoobinejad. Un gruppo di operai di una fabbrica senza assistenza sanitaria deve nascondersi in una piccola stanza buia ogni volta che arriva l'agente assicurativo.
71 Questions (Uk 2019, 06’) Justine Léaux. L'interrogatorio di una vita.

RAGIONEVOLMENTE DIFFERENTI
19.30 - cinema e neurodiversità
We’re All Leaving (Danimarca 2019, 28’) Jonas Risvig. Jeppe è un ragazzo autistico che lavora in un negozio per campeggiatori, Mynthe una ragazza di città arrivata in campeggio per le vacanze.
Wiki (Polonia 2018, 29’29’’) Veronica Andersson. Wik, una ragazza autistica molto curiosa, incontra Mateusz, grande fan degli autobus di Varsavia.

ASFF EVENTO SPECIALE
20.30 - Nel segno di BORIS

Piovono mucche (Italia 2003, 90') Luca Vendruscolo. Con Andrea Sartoretti, Massimo De Lorenzo, Alessandro Tiberi, Luca Amorosino, Mattia Torre. All'interno della comunità "Ismaele" di Roma giunge Matteo obiettore di coscienza destinato al servizio civile e per lui inizia un'esperienza costruttiva fatta di situazioni di emergenza, di necessità, di turni, di confronti con una difficile realtà. Si ringrazia Pablo Distribuzione e Gianluca Arcopinto.

Luca Vendruscolo. Nel 1998 lavora come sceneggiatore ai film Piccole anime e Per tutto il tempo che ci resta; è qui che inizia la sua fruttuosa collaborazione con Ciarrapico. Esordisce dietro la macchina da presa nel 2003 con Piovono mucche, grazie al quale si aggiudica l'importante premio Solinas per la sceneggiatura. Nel 2007 ritrova Ciarrapico e insieme a Torre scrivono e dirigono Boris, poi trasposto su grande schermo con Boris - Il film (2011).

 

Sabato 16 Novembre


ASFF SCHOOL - GIURIA SCUOLE SUPERIORI
11.00 - cortometraggi finalisti - proiezioni riservate alle scuole
Walter Treppiedi (It. 2018, 15’) Elena Bouryka. Walter Treppiedi è un talent manager di generici, attrici ed escort. Al suo fianco, la sua guardia del corpo sempre malata: un rottweiler di nome Nero.

71 Questions (Uk 2019, 06’) Justine Léaux. L'interrogatorio di una vita.
Arthur Rambo (Francia 2018, 18’) Guillaume Levil. Alain è un bambino nato nei bassifondi francesi. Per guadagnare qualche soldo, recita le poesie di Arthur Rimbaud agli automobilisti fermi al semaforo.
Indimenticabile (It. 2019, 20’) Gianluca Santoni. Luna, capelli rosso fuoco e una carrozzina elettrica su cui si muove rapida, allegra. Il giorno del suo trentesimo compleanno.
Sanpietro (It. 2019, 10’29’’) Andrea Chinappi. Sanpietro, il custode solitario di un condominio, ha la chiave di ogni porta.
Bella de zio! (Italia 2019, 10’) Mirko Fracassi. Mariano ha 34 anni. È un eterno bambino, impacciato e immaturo. Insieme a sua sorella e alla nipotina, parte di notte a bordo del suo furgoncino da animatore.
Pizza boy (It. 2019, 15’) Gianluca Zonta. Saba, di origine georgiana, lavora a Bologna come porta pizza. Durante il turno serale riceve un'importante telefonata: sta per nascere suo figlio. Costretto a finire le consegne attraversa freneticamente la città nella speranza di arrivare in tempo in ospedale.
Minefield (Brasile 2019, 15’) Jessica Teleze. In una piccola città nell'entroterra brasiliano, un giovane calciatore promettente viene selezionato da una squadra europea ma teme che i suoi compagni scoprano la sua relazione con un altro uomo.

 

PUNTI DI VISTA DOC
15.00 - documentari italiani
Da Teletorre19 è tutto! (It. 2019, 15’) Vito Palmieri. A Bologna c’è la prima e unica televisione condominiale d’Italia: Teletorre19, un microscopico network che da 17 anni crea e trasmette programmi di ogni genere.
Uomini e fuochi - Il rito dei glorianti di Scanno (It. 2018, 13’55’’) Andrea Frenguelli. A Scanno, in Abruzzo, alla vigilia di San Martino gli uomini celebrano ancora un rito antico.
Briganti (It. 2018, 15’) Fabrizio Urso, Bruno Urso. Librino, periferia di Catania. Qui, nel 2006, nascono I Briganti, una squadra di rugby, diventata un punto di riferimento per tanti ragazzi del quartiere.
Laid-back approach (It. 2018, 15’) Gino Ceriachi. Nicole è una bambina che comunica con gli occhi. Nella scuola elementare di Piandimeleto (Marche), il suo insegnante ha sviluppato il Laid-Back Approach.

PUNTI DI VISTA
16.00 - cortometraggi italiani
Brodo di carne (It. 2018, 8’) Vittorio Antonacci. Un giovane operaio installa una zanzariera in una casa sconosciuta. Pensa che non ci sia nessun altro tranne lui e la proprietaria. Si sbaglia.
Black out (It. 2019, 13’) Giuseppe Rasi. Anna deve affrontare un'importante riunione di lavoro. La routine familiare e alcuni imprevisti, però, la costringono ad affrontare un'angosciante corsa contro il tempo, che le farà dimenticare la cosa più importante.
Apollo 18 (It. 2019, 8’) Marco Renda. Un bambino è sulla spiaggia fantasticando di andare sulla luna. Incontra un uomo che è sopravvissuto a un viaggio lungo e difficile.
Sanpietro (It. 2019, 10’29’’) Andrea Chinappi. Sanpietro, il custode solitario di un condominio, ha la chiave di ogni porta.

PUNTI DI VISTA DOC
16.45- documentari italiani
Milady (It. 2019, 18’11’’) Giulia Tivelli, Flavia Scardini. Colombia, 1995. Una bimba di nome Milady viene accolta fra le braccia dei suoi nuovi genitori, che le cambiano il nome in Giulia. Roma, 2017. Giulia ha bisogno di andare alla ricerca delle proprie origini.
How I came here (It. 2019, 18’11’’) Davide Rabacchin. Un racconto di frontiera, nato nella foresta balcanica nel corso di una missione umanitaria in Bosnia-Herzegovina dove migliaia di persone sono intrappolate fra Bihac e VeliKa Kladusa. Il film entra nei campi profughi e denuncia le violenze e le violazioni dei diritti umani lungo la rotta.
Supereroi senza superpoteri (It. 2019, 12’50’’) Beatrice Baldacci. Una vecchia videocassetta: sullo schermo compaiono i ricordi d’infanzia di Beatrice. Inizia così un percorso di elaborazione personale in cui la ragazza rivive il rapporto con la madre.

PUNTI DI VISTA
17.35 - cortometraggi italiani
Alla luce del sole (It. 2018, 10’30’’) Francesco Pascucci. Un gruppo di prostitute costrette dal loro aguzzino ad un rito primitivo ed animalesco per testarne la produttività.
Pizza boy (It. 2019, 15’) Gianluca Zonta. Saba, di origine georgiana, lavora a Bologna come porta pizza. Durante il turno serale riceve un'importante telefonata: sta per nascere suo figlio.
Il nostro tempo (It. 2019, 16’) Veronica Spedicati. Una bambina di nove anni vuole godersi gli ultimi giorni d’estate in spiaggia a giocare, ma suo padre non è d'accordo.

POINTS OF VIEW
18.15 - cortometraggi internazionali
71 Questions (Uk 2019, 6’) Justine Léaux. L'interrogatorio di una vita.

RAGIONEVOLMENTE DIFFERENTI
18.25 - cinema e neurodiversità
Filippo (It. 2018, 3' 29’’) Virginia Cedrini. Filippo, un ragazzo autistico di 18 anni, trova molte difficoltà nell'esprimersi e nel comunicare con gli altri. Sommerso da voci, odori, suoni e colori, lotta ogni giorno per trovare la calma interiore.
Autism Voices #2 (UK 2019, 11’39’’) Joy Harrison. I luoghi comuni ed i pregiudizi nei confronti della neurodiversità raccontati da 12 studenti autistici.
Io so' me (italia 2019, 3') Giuseppe Cacace, Guido Massimo Calanca. Questo videoclip nasce dall'incontro tra lo storico gruppo romano BandaJorona e i ragazzi dell'AS Film Festival. "Io so' me" è una provocazione tutta al femminile, una presa di posizione contro l'atteggiamento di una società massivamente giudicante, in particolare contro le donne. Ma funziona molto bene anche come inno alla (neuro)diversità.

PUNTI DI VISTA
18.50 - cortometraggi italiani
Bella de zio! (Italia 2019, 10’) Mirko Fracassi. Mariano ha 34 anni. È un eterno bambino, impacciato e immaturo. Insieme a sua sorella e alla nipotina, parte di notte a bordo del suo furgoncino da animatore.
Walter Treppiedi (It. 2018, 15’) Elena Bouryka. Walter Treppiedi è un talent manager di generici, attrici ed escort. Al suo fianco, la sua guardia del corpo sempre malata: un rottweiler di nome Nero.
Indimenticabile (It. 2019, 20’) Gianluca Santoni. Luna, capelli rosso fuoco e una carrozzina elettrica su cui si muove rapida, allegra. Il giorno del suo trentesimo compleanno sceglie di vivere la sua prima esperienza di intimità con Angel,un ragazzo conosciuto su un sito di escort. 

ASFF EVENTO SPECIALE
19.40 - incontro con MARCO BONFANTI
L'uomo senza gravità (Italia 2019, 107') Marco Bonfanti. Con Elio Germano, Michela Cescon, Elena Cotta, Silvia D'Amico, Vincent Scarito. Oscar, nato nella clinica di un piccolo paese, manifesta fin dalle prime ore di vita una caratteristica particolare: galleggia nell'aria come se non avesse peso. La madre e la nonna decidono di tenerlo nascosto agli occhi di tutti per molti anni. Fino al giorno in cui Oscar decide che tutto il mondo deve conoscere chi è davvero “L’Uomo senza gravità”. 

Marco Bonfanti. Dopo i pluripremiati cortometraggi Le Parole di Stockhausen e Ordalìa (dentro di me), Bonfanti dirige il suo film d'esordio L'Ultimo Pastore (2011), Nel 2014 realizza Tubiolo e la Luna, episodio del film collettivo 9x10 Novanta, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia e Nastro D'Argento speciale. Nel 2016 realizza Bozzetto non troppo, in concorso alla Mostra del Cinema - Venice Classics e in cinquina ai Nastri D'Argento.

21.40 
PREMIAZIONE ASFF 2019
proclamazione dei vincitori della VII edizione di As Film Festival.

 

Domenica 17 Novembre


 

MATINEE PER RAGAZZI
11.00 - selezione cortometraggi
Paper boat (Italia 2019, 7’17’’) Luca Esposito. Un professore di scuola media cerca di sensibilizzare i suoi studenti sull'immigrazione, la risposta dei bambini fa pensare.
Riccardo che rimbalzò sulle stelle (Italia 2019, 12’20’’) Lana Vlady. Per colpa di Riccardo, il pulcino di Lisa che ha deciso di fare un volo dal quarto piano, Marianna dovrà spiegare a sua figlia di soli sette anni che al mondo esiste una cosa chiamata “morte”.
Nooh (Italia 2019, 11’47’’) Edoardo Bramucci. Nooh è un bambino africano arrivato clandestinamente in Italia. Orfano di madre e padre, si ritrova in un centro di accoglienza da cui fugge con il suo supereroe immaginario. I due trovano riparo in una torre abbandonata. A sconvolgere la loro quotidianità arriva una bambina.
Nessun dorma (Italia 2018, 20’) Paolo Strippoli. Il paese è muto, solo i respiri e qualche cane che abbaia resistono al silenzio. Uomini, donne, bambini sono caduti in un sonno improvviso.
Il nostro tempo (Italia 2019,16’) Veronica Spedicati. Una bambina di nove anni vuole godersi gli ultimi giorni d’estate in spiaggia a giocare con i suoi amici ma suo padre non è d'accordo.
Apollo 18 (It. 2019, 8’) Marco Renda. Un bambino è sulla spiaggia fantasticando di andare sulla luna. Incontra un uomo che è sopravvissuto a un viaggio lungo e difficile.
Il ragazzo che smise di respirare (Italia 2019, 12’43’’) Daniele Lince. Max ha 11 anni, è ossessionato dall'inquinamento atmosferico e decide di smettere di respirare o almeno, vuole farlo il meno possibile, per vivere più a lungo.
The kid (Canada 2019, 18') Vinicius Saramago. Un uomo anziano, costretto a chiudere il suo negozio di video noleggio, incontra per caso un bambino e gli farà scoprire la passione per i film attraverso i classici del cinema muto.

ANIMATION NOW!
12.45 - cortometraggi d'animazione
Heat Wave (Grecia 2019, 7’13’’) Fokion Xenos. Nel mezzo di un'ondata di caldo torrido, due bambini trovano il modo per rinfrescare tutti!
Florigami (Serbia 2019, 5’30’’) Iva Ćirić. Un fiore bianco solitario cresce circondato da altre piante e ogni giorno lotta per sopravvivere.
In Passing (Canada 2019, 4’08’’) Esther Cheung. Hong Kong, anni Settanta. Attraverso gli occhi di due bambini che trascorrono un pomeriggio assolato nelle loro abitazioni popolari di un quartiere vivace, cogliamo la cultura di quel periodo e una quotidianità fatta di tanti momenti fugaci.

ANIMATION NOW!
15.00 - cortometraggi d'animazione - non adatti ai bambini
Instances Of Grief (UK 2019, 5’29’’) Nicola Jane Francis. Una donna impara a convivere con il dolore per la perdita del padre.
Broken Things (Ungheria 2018, 10’) Panni Gyulai. Per evitare i familiari, una bambina cerca rifugio nella sua fantasia.
Ctrl+Alt+Z (Irlanda 2019, 5’23’’) Holly Keating. Una ragazza cancella accidentalmente dal pc la sua tesi, proprio la sera prima della consegna.
Duo (UK 2019, 5’11’’) Simona Mehandzhieva. Un cacciatore fa capolino dall’ombra in cerca della sua preda.
Tangle (Iran 2019, 7’36’’) Maliheh Gholamzadeh. Una ragazza ha perso la casa durante la guerra ed è stata costretta a lasciarsi dietro tutti i ricordi.
Tie (Taiwan 2019, 8’) Meng-Ju Wu, Chia-Ying Pai. Madre e figlia si aspettano molto l'una dall'altra, ma mancano di comprensione e comunicazione.
Son of the sea (Iran 2018, 10’21’’) Abbas Jalali Yekta. Marito e moglie vivono nel ricordo di un figlio che non c'è più.
Uki (UK 2018, 5’56’’) George Warren, Ieuan Lewis. Un Inuit lotta per sopravvivere dopo che una petroliera ha perso greggio al largo della costa dell'Alaska.
Inanimate (UK 2018, 8’40’’) Lucia Bulgheroni. Katherine ha una vita normale, un lavoro normale, un fidanzato normale e un appartamento normale. Ma è proprio così?
Dinner Time (USA 2019, 3’45’’) Kate Renshaw-Lewis. La vita e le dinamiche di potere all'interno di una famiglia.
Do-Ji-Le? (Taiwan 2019, 6’15’’) Tzu Hsin Yang. Una ragazza come tante di fronte alle scelte della vita.
7.18.25 (Singapore 2018, 8’) J. Tan,P. Ting, H. Minhao. 7, 18 e 25 anni. tre momenti importanti nella vita di un ragazzo.
The Fox (Iran 2018, 9’45’’) Sadegh Javadi Nikjeh. Una giovane volpe sul punto di vivere il primo amore è intrappolata da un cacciatore che le lega una campanella al collo.
The Night (Spagna 2018, 11’45’’) Iván Miñambres. Un uomo lupo e una donna luna si incontrano durante una calda notte d'estate.
Knife Hanging From A Tree (Corea 2019, 3’21’’) JiHee Nam. Un frutto, il caco, simbolo di avidità e karma: se provi a ottenere qualcosa, non avrai niente. 

17.00
42HRS contest
Proiezione dei cortometraggi realizzati in 42 ore dalle 10 troupe in gara.

Saranno presenti i giurati: Luca Vendruscolo, Giacomo Ciarrapico, Pietro Sermonti, Andrea Sartoretti, Caterina Guzzanti, Valerio Aprea, Massimo de Lorenzo, Alessandro Tiberi, Ninni Bruschetta, Karin Proia e Raffaele Buranelli.

EVENTO SPECIALE
18.30 - Nel segno di BORIS

BORIS E01xS01 - il mio primo giorno  (Italia 2007) Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre, Luca Vendruscolo. 

BORIS - IL FILM (Italia 2011, 108') Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre, Luca Vendruscolo  Il regista René Ferretti decide di mollare la brutta fiction tv che ha fatto per anni e tenta il grande salto: un film d'autore, per il cinema. Ma il mondo del cinema può essere perfino peggio di quello della tv.

Giacomo Ciarrapico debutta al cinema con Piccole anime (1998) dove è anche interprete. Alla sceneggiatura del film collabora Luca Vendruscolo che nel 2002 firma la sceneggiatura e la regia, insieme a Mattia Torre, di Piovono mucche. I tre lavorano insieme nella serie Boris (2007-2010), nel ruolo di sceneggiatori, registi e produttori creativi, e a Boris - Il film. Nel 2014 scrivono e dirigono, di nuovo insieme, la commedia Ogni maledetto Natale.

20.30
PREMIAZIONE 42HRS
proclamazione dei vincitori della seconda edizione del contest per troupe cinematografiche.